Aumentare La Velocità Di Un Sito - Ecco 10 Ottimi Consigli
Home » Seo » Aumentare La Velocità Di Un Sito -10 Ottimi Consigli

Aumentare La Velocità Di Un Sito -10 Ottimi Consigli

In precedenza abbiamo visto l’importanza per la SEO di avere un sito reattivo e performante in ogni dettaglio, il cui tempo di caricamento deve essere il più breve possibile ( in genere non dovrebbe mai superare i 2 secondi secondo alcune statistiche, oltre i 2 secondi il visitatore spesso rinuncia a visualizzare il sito).

Aumentare la velocità di un sito non è poi così difficile e ci aiuta nella battaglia contro i nostri competitors. Esistono diversi strumenti per testare la velocità di un sito web.  Segui con attenzione questa lista che sto per proporti perchè questi elementi ti permetteranno non solo di aumentare la velocità del tuo sito, ma anche il tuo SEO Score.

Ecco 10 Consigli Per Aumentare La Velocità Di Un Sito Web

aumentare-la-velocità-di-un-sito

1. Ottimizza Le Immagini

Per aumentare la velocità di un sito puoi ottimizzare le immagini, bisogna accertarsi ogni qual volta che carichi un immagine, che il suo peso sia il più basso possibile e che non superi mai i 30-40KB, tranne che in alcuni casi. I migliori strumenti per ottimizzare le immagini sono:

  • Photoshop (come ottimizzare le immagini con photoshop per il web) utilizzando la funzione “Salva Per Il Web.
  • WP Smush.It, questo plugin utilizza le API dello stesso servizio creato da Yahoo, e riduce il peso dell’immagine senza intaccarne la qualità.
  • Lazy Load Image, questo plugin fa si che le immagini vengano caricate con un piccolo ritardo solo quando rientrano nella porzione di schermo visualizzata, infatti è inutile caricare tutte le immagini presenti in una pagina se poi non le andremo nemmeno a visionare.

2. Scegliere Un Buon Hosting

La scelta di un buon hosting è fondamentale e spesso viene trascurata, come riconoscere un buon Hosting?  Molto spesso per riconoscere se un Hosting è parecchio performante basta osservarne il prezzo. Un prezzo annuale inferiore ai 20 euro solitamente è sinonimo di mediocri o ( il alcuni casi) sufficienti prestazioni,  infatti più potenti sono i server sui quali verrà “hostato” il nostro sito, maggiori saranno i costi di manutenzione che l’azienda dovrà affrontare e quindi un maggior prezzo per noi. Il consiglio è quello di partire da un Hosting Economico e spostare il sito su server migliori di volta in volta, fino a che il nostro sito cresce. Un altro consiglio che posso darti è quello di preferire un Hosting Straniero a quello Italiano, perchè a parità di prezzo, gli Hosting Americani hanno prestazioni migliori, in questo modo potrai aumentare la velocità del tuo sito in partenza.

Giusto per fare due nomi ti consiglio:

Hosting Condivisi o Dedicati?

La maggior parte dei siti risiedono su Hosting Condivisi, significa che sullo stesso server del nostro sito risiedono contemporaneamente altri siti, questo può causare qualche problema, perchè se un hacker dovesse attaccare un sito che risiede sul nostro server, anche noi potremmo venire coinvolti, oppure in caso di virus o malware tutti i siti presenti sul server potrebbero venire infettati. Anche se non accadono spesso questi eventi, è sempre buona norma effettuare un backup periodico del nostro intero sito. Inoltre esiste anche la possibilità di possedere un Hosting Dedicato, il cui prezzo e prestazioni sono più elevate. L’ Hosting Dedicato, come avrai già intuito, è un Server dedicato solo al tuo sito, questa tipologia di Hosting è utilizzata da grosse aziende e richiede spesso la presenza di un programmatore che configuri il server in maniera corretta, tuttavia è una possibilità per aumentare la velocità di un sito.

 3. Minimizzare i codici HTML, Javascript e CSS

Anche se può sembrare un banalità, la pulizia del codice può rivelarsi importante per velocizzare un sito, infatti molto spesso i CMS  come WordPress, installano con se alcune parti di codice che sono inutili e rallentano il tempo di caricamento delle nostre pagine, pertanto è utile ottimizzare la scrittura dei codici delle nostre pagine. Questo lavoro non necessita di un programmatore esperto, ma può essere fatto da chiunque grazie all’utilizzo di alcuni semplici plugin:

 4. Offrire la cache del sito

Perchè far scaricare ogni volta ai visitatori il contenuto delle tue pagine web, quando può essere memorizzato nei nella cache del loro browser aumentando la velocità di caricamento del sito? Questo può avvenire grazie all’utilizzo di un plugin. I migliori plugin wordpress per memorizzare la cache sono WP Super Cache e W3 Total Cache. Io utilizzo il secondo col quale mi trovo meglio, ma in entrambi i casi questo plugin provvederà a creare una cache di tutti i contenuti del nostro sito, rendendolo ancora una volta più performante e veloce.

5. Utilizzare i CDN

Sfruttare il  Content Delivery Network in alcuni casi può essere utile per aumentare la velocità del tuo sito. Questo servizio fa sì che le richieste effettuate dai visitatori verso il tuo sito,  provengano da un server situato geograficamente più vicino rispetto a loro. Questo servizio è offerto in maniera gratuita con alcune limitazioni da cloudfare. NON SEMPRE SONO UTILI I CDN, infatti se il nostro sito risiede in un server italiano ed è monolingua , difficilmente avremo visitatori provenienti da altre parti del mondo e quindi è evitabile l’utilizzo dei CDN. Nel caso in cui invece, il nostro server sia situato all’estero, ad esempio in america ed i nostri visitatori abituali provengano dall’Italia, allora in quel caso si può valutare la possibilità nell’utilizzo dei CDN. Per maggiori dettagli sulla configurazione di Cloudfare ti rimando al sito robertoiacono.it.

6. Utilizzare la Compressione dei dati con Gzip[Deflate]

Utilizzare la compressione dei dati sul proprio server web, può davvero aumentare la velocità di un sito. La compressione Gzip fa si che il trasferimento dei dati avvenga per mezzo dell’algoritmo gzip, ne consegue una riduzione del payload del 70 %. La compressione Gzip va applicata solamente alle risorse testuali e non ai file multimediali. Per capire se il vostro server fa uso della compressione Gzip, dovresti controllare il file di configurazione del vostro server. In alternativa puoi utilizzare i Google Developer Tools di Chrome o l’estestione Firebug se usi Firefox.

7. Ridurre le richieste ed i contenuti di una pagina web

Ogni volta che apriamo una pagina web sul nostro browser, esso interroga il server facendogli delle richieste, il server risponde ad ogni richiesta con un tempo che varia a seconda degli elementi presenti sul nostro sito. Se vuoi aumentare la velocità di un sito devi cercare di ridurre al massimo le richieste verso il server. Per ridurre le richieste e velocizzare ulteriormente il sito, devi liberarti di tutti quegli elementi che non sono necessari quali widget, plugin, unità pubblicitarie; cercando di utilizzare pochi elementi ma buoni . Un altro consiglio è quello di non mostrare più di 6 articoli nella homepage del tuo blog.

8. Ottimizzare il database

Il database contiene la maggior parte delle informazioni testuali del nostro sito, come: i commenti, il numero delle revisioni di tutti i tuoi articoli, le bozze di articoli, i pingbacks ecc. Ogni volta che carichiamo una pagina, il database deve caricare tutte le informazioni associate a quella pagina e se il database è troppo pieno,  le informazioni tardano ad arrivare e ne consegue un rallentamento nell’apertura della pagina, anche se stiamo parlando di millisecondi è sempre buona norma ottimizzare il database, puoi farlo con questi due plugin: WP-Optimize o WP- DBManager, il secondo a differenza del primo, contiene qualche funzione in più e ti consente anche di impostare un backup automatico del database, che è buona norma settare.

9. Scegliere un buon tema

Intanto se desideri acquistare un tema professionale, non posso che rimandarti a themeforest, uno dei siti più professionali e seri che sia mai esistito. Prima di acquistare un tema, è utile osservarne l’autore, capire se ha realizzato/venduto molti temi, osservare i feedback degli acquirenti e se ha ottenuto riconoscimenti o badge da parte del sito. Tra le informazioni del tema assicurati che esso utilizzi un framework, che è sinonimo di garanzia nelle prestazioni SEO e sicurezza.

Ecco alcuni dei Framework più utilizzati e di maggior successo:

10.Ridurre i DNS Lookup

Il DNS è un servizio che collega ad ogni indirizzo IP, un nome di dominio, infatti quando digiti il mio sito sulla barra degli indirizzi e premi invio, il server DNS del mio sito controlla l’indirizzo IP al quale è associato il mio nome di mio dominio e lo richiama. Questo evidentemente  richiede del tempo che varia a seconda di diversi fattori, quindi in sostanza se nel codice di una pagina abbiamo file che sono presenti su altri siti, meglio richiamarli con il loro indirizzo IP, bypassando in questo modo la risoluzione del DNS. Questo è un consiglio in più, che ho voluto citare giusto per approfondimento e completezza dell’articolo.

  •  Conosci ulteriori metodi per aumentare la velocità di un sito?
  • Qual’è secondo te il migliore tra tutti?

Spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto, e che ne possa prendere spunto per diminuire il tempo di caricamento del tuo sito. Ti ho mostrato ben 10 modi per aumentare la velocità di un sito, se li hai trovati interessante, condividi l’articolo .  Continua a Seguirmi! 🙂

About Daniele

Mi chiamo Daniele, ho ottenuto la qualifica di webmaster, frequentando un corso che mi ha fatto appassionare grandemente al mondo del web. Mi piace imparare ogni giorno cose nuove, e vedere come le novità influenzano i nostri modi di vivere. Appassionato di SEO - Wordpress - Web Marketing.

Un commento

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Facebook

Twitter

Google Plus